Chi sono io? Che cosa voglio veramente?

Il viaggio interiore alla ricerca delle risposte

Al cuore della Psicosintesi ci sono due domande maieutiche davvero fondamentali: “Chi siamo noi veramente? Cosa vogliamo veramente?”(che non mi sembra molto diverso dal chiederci “Cosa amiamo davvero? Cosa ci muove? Cosa ci rende vivi, vitali e gioiosi?”).

Concretamente il viaggio che ciascuno di noi intraprende per cercare le sue risposte a queste domande catalizzatrici ha la finalità ultima di condurci alla realizzazione sempre più piena e profonda della nostra vera identità, del Sé, cioè ad allargare via via la nostra comprensione dell’interconnessione, dell’interrelazione sostanziale di tutte le cose (dentro di noi e fuori di noi).

Dentro di noi: tra il corpo, la psiche e la dimensione spirituale (ricordiamo che il nome completo di “Psicosintesi” è “bio-psicosintesi”); tra i vari livelli dell’inconscio (inferiore, medio e superiore) e tra questi e la coscienza; tra le funzioni psicologiche (sensazione, impulso-desiderio, emozione-sentimento, pensiero, immaginazione, intuizione) e tra queste e l’io e la volontà a livello personale, e infine con il Sé e la volontà transpersonali.

Fuori di noi: in cerchi sempre più ampi, tra l’individuo e la sua famiglia, gli amici, i colleghi; con i gruppi a cui esso appartiene (professionalmente, politicamente, culturalmente, socialmente, spiritualmente..), e gradualmente con l’intera umanità, con tutti gli altri esseri viventi, la natura, il pianeta che è la nostra casa e ancora di più.

Favorire quest’esperienza non è mai stato tanto urgente e significativo come in questo particolare periodo storico. Lo spostamento dell’attenzione dalle “parti” alle “relazioni tra le parti”, chiarisce ed espande la nostra visione del Bene Comune e la nostra capacità di agire di conseguenza. La Psicosintesi ci conduce all’azione, a un’azione che è espressione sempre più chiara della consapevolezza della profonda interconnessione di tutte le cose, un’azione che ha radici nel nostro vero essere, quindi guidata dall’Amore. Ecco perché la Psicosintesi è un dono prezioso, soprattutto oggi.

Per approfondire, vedi anche:
Il nucleo centrale e originale della Psicosintesi